Sotto la superficie: cosa c'è di nuovo nel settore estrattivo e minerario?

Blog

CasaCasa / Blog / Sotto la superficie: cosa c'è di nuovo nel settore estrattivo e minerario?

Jul 23, 2023

Sotto la superficie: cosa c'è di nuovo nel settore estrattivo e minerario?

Di Andy Brown15 agosto 2023 Le vendite di attrezzature sono state forti a livello globale per il settore estrattivo e minerario mentre l'industria si destreggia con l'integrazione di nuove tecnologie e opzioni di alimentazione, riferisce Andy

Di Andy Brown15 agosto 2023

Le vendite di attrezzature sono state forti a livello globale per il settore estrattivo e minerario poiché l'industria si destreggia con l'integrazione di nuove tecnologie e opzioni energetiche, riferisce Andy Brown.

Gli affari sono stati buoni nel segmento estrattivo e minerario; Secondo gli esperti del settore della Parker Bay Company, nel primo trimestre dell'anno le spedizioni dichiarate sono aumentate del 6,7% in termini di peso in dollari. La società ha aggiunto che le spedizioni di pale gommate, apripista e camion a prezzo relativamente basso sono diminuite leggermente, ma sono state compensate da pale/escavatori idraulici di alto valore con consegne unitarie in aumento di oltre il 50% con una valutazione aggregata in aumento di quasi il 70% a causa di un aumento nelle unità più grandi.

In un'intervista esclusiva rilasciata al sito web di International Construction all'inizio di quest'anno, l'amministratore delegato del produttore di autocarri articolati Rokbak, Paul Douglas, ha osservato che gli ultimi 18 mesi sono stati un periodo di boom sia per i dumper rigidi che per quelli articolati con numeri più alti di sempre circa un decennio a circa 9.000 unità all'anno.

Ciò è dovuto in parte alla domanda repressa che ha seguito la pandemia di Covid-19, sommata ai governi di tutto il mondo che investono in grandi progetti infrastrutturali, anche se Douglas ritiene che questo sia probabilmente il picco del mercato.

“Tutti pensavamo che 8.000 unità in tutto il mondo sarebbero state il picco. Allora dicevamo la stessa cosa a 8.500, ma ora siamo oltre le 9.000 unità”, racconta. “Quando guardo i mercati specifici, possiamo vedere il rallentamento in arrivo, come in Europa. Penso che probabilmente siamo al culmine adesso. Quanto durerà? La maggior parte del 2023 probabilmente si stabilizzerà [ai livelli attuali], anche se potremmo iniziare a vedere una flessione nella seconda metà dell’anno. È molto forte in questo momento, quindi dobbiamo capitalizzare il più possibile”.

Uno dei mercati che ha trainato questa crescita è il Nord America, che secondo Douglas rappresenta oltre la metà delle vendite di Rokbak. In termini di mercati più piccoli che hanno registrato una buona crescita, sottolinea l’Indonesia e il Regno Unito, dove il progetto del treno ad alta velocità HS2 ha svolto un ruolo chiave nella generazione della domanda.

“Le tendenze più importanti nei settori delle cave e dell’estrazione mineraria sono molto simili a quelle che vediamo nella nostra vita quotidiana. C’è una forte attenzione alla digitalizzazione, alla connessione, al tracciamento e al monitoraggio delle attrezzature, della produzione, del carburante e di altri parametri importanti”, afferma Craig McGinnis, Sr. Business Solutions Manager, Smart Quarry, Komatsu.

“Un’altra tendenza importante è la rinnovata – e addirittura maggiore – attenzione ai profitti. Ciò spinge i clienti a cercare efficienze. Anche se la composizione della flotta è sempre stata importante, e lo è tuttora, vediamo i nostri clienti fare un’analisi più approfondita, guardando oltre le dimensioni e la quantità di macchine nella loro flotta, per guardare ad aspetti come la produzione, i tempi di inattività, l’efficienza e l’utilizzo”.

A rafforzare le forti vendite nel settore è la notizia che XCMG, con sede in Cina, ha consegnato il suo primo lotto di attrezzature minerarie complete su larga scala, per un valore di oltre 14,4 milioni di dollari, compresi gli escavatori minerari da 90 a 125 tonnellate e gli escavatori da 80 a 125 tonnellate. Carri minerari da 90 tonnellate verso diversi mercati globali.

Questi mercati si trovano prevalentemente nei paesi del sud-est e dell’Asia centrale e in Africa, mercati tradizionalmente forti per gli OEM cinesi.

Gli escavatori da miniera da 125 tonnellate di XCMG hanno una benna standard da 7,7 m³, il che significa che possono riempire un carro da miniera da 100 tonnellate con solo cinque o sei benne. Sviluppato indipendentemente dall'OEM, il suo sistema di controllo è in grado di ottenere la potenza ottimale della pompa principale e della potenza del motore in base ai requisiti operativi, per raggiungere il miglior rapporto di consumo di carburante.

Per sfruttare la forza del settore globale delle attrezzature minerarie, XCMG offre un servizio individuale in loco ai gestori minerari globali, compreso un servizio di follow-up 24 ore su 24 dopo l'acquisto e una manutenzione a ciclo completo e assistenza alla gestione.

"I prodotti XCMG per macchinari minerari di fascia alta e di grande tonnellaggio hanno offerto nuove opportunità di business all'inizio del 2023. Ci auguriamo di promuovere la trasformazione verde dell'intero settore attraverso soluzioni di sviluppo sostenibile e di aprire la strada nella tecnologia delle attrezzature e nella gestione operativa ", ha affermato Cui Jisheng, vicepresidente di XCMG e direttore generale di XCMG Mining Machinery.